Ripatransone è terra di ciclismo. La sua posizione geografica, punto di snodo tra la costa adriatica e l’entroterra, e la sua altitudine hanno favorito la diffusione del suo nome all’interno del movimento ciclistico.

A partire dal secondo dopoguerra la Città ha registrato un interesse crescente nei confronti del ciclismo. Le attività del Gruppo Ciclistico “Gino Bartali” hanno generato attenzione nei confronti della realtà, anche grazie all’organizzazione di eventi agonistici molto partecipati tra cui spicca il celebre Trofeo “Cavallo di Fuoco”.

Le immagine storiche del Ciclismo Ripano
La sospensione delle attività del gruppo non ha però fermato la passione dei ripani per la bicicletta. Tanti sono stati i ragazzi che hanno intrapreso con alterni percorsi l’attività ciclistica registrando importanti risultanti anche a livello nazionale.
L’Avis Comunale di Ripatransone, attiva fin dal 1963 nella promozione della donazione di sangue, forte del suo ruolo chiave di aggregatore sociale della cittadinanza, si è fatta promotrice della ricostituzione di un nucleo di ciclisti che fungesse da cassa di risonanza per le attività solidaristiche dell’associazione.
Nel 2018 un gruppo di appassionati ripani ha trovato la sintesi per la realizzazione del progetto, dando vita ad un nuovo soggetto di sinergia tra sport, solidarietà e sostegno al patrimonio culturale, ambientale ed enogastronomico ai fini della promozione del territorio.
Ed è così che grazie alla sponsorship della Cantina dei Colli Ripani, azienda leader nel settore vitivinicolo, il 12 ottobre 2018, 7 soci fondatori hanno dato il via ad una nuova storia che coniuga l’amore per la propria terra, la passione per lo sport e l’impegno per il sociale.
Tutto questo sono gli Avis Bikers dei Colli Ripani, un sodalizio impegnato nella diffusione della pratica del ciclismo come strumento di aggregazione e di valorizzazione delle eccellenze del territorio Ripano e Piceno, sano ed ecosostenibile.
Ti piace il nostro progetto? Unisciti a noi!
DIVENTA ABCR